Storia e caratteristiche - DamiDami.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia e caratteristiche

Ricerche > Alla ricerca di un nuovo amico > Lapinkoira

Il Lapinkoira è stato il cane da pastore del popolo Sami per centinaia d’anni. Questo popolo, che era nomade per esigenze di sussistenza, seguiva le renne, unica fonte di cibo e di calore: in poche parole, di vita. Essi avevano due tipi di cani, uno con il pelo corto (Lapinporokoira) che era il vero pastore, e un cane a pelo lungo, per l’appunto il Lapinkoira, che svolgeva circa le stesse mansioni ma che era usato anche per la guardia e per la compagnia di quel popolo che viveva in una natura sconfinata.
Purtroppo per i cani, la tecnologia moderna arrivò anche nel grande nord e le motoslitte ne presero il posto. Gli spostamenti delle genti si facilizzarono e velocizzarono e fu quasi l’estinzione per i cani da pastore dei Sami. Questo fu in parte anche la loro fortuna, poiché un piccolo gruppo d’entusiasti, in Finlandia, lo recuperò.

Il Lapinkoira è un cane molto amichevole, vivace, sempre allegro. Ama indistintamente i bambini e gli adulti, è fedelissimo al suo padrone senza il quale, è capace di rifiutare il cibo e di lasciarsi morire (cosa molto rara in cani di tipo Spitz) e convive senza problemi con altri animali.
Di taglia media, i maschi misurano 49cm e le femmine 44cm, con una tolleranza di ± 3 cm.
Estremamente intelligente impara con facilità, anche se conserva pur sempre una certa indipendenza "nordica". Quando negli anni sessanta si recuperò la razza, si mescolarono esemplari da ogni dove della Finlandia portando un certo numero di colori, ma anche diversi temperamenti.
Come molte altre razze, non tutti i maschi accettato altri maschi e non tutte le femmine accettano altre femmine.
E' un cane che gode di notevole successo nei paesi scandinavi: in Svezia la sua presenza e pari se non superiore al Lapphund Svedese.

Torna ai contenuti | Torna al menu