Povia: biografia - DamiDami.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

Povia: biografia

Musica > Giuseppe Povia

il testo è tratto da wikipedia
le foto sono di Damiano
le canzoni sono tutte e solo sue

Nato a Milano il 19 novembre 1972, da padre originario di Bisceglie e madre dell'Isola d'Elba, i genitori gestivano un negozio di frutta e verdura. Ha studiato fino alle scuole medie frequentate presso la scuola media C. Manara, non molto avvezzo agli studi ma molto portato per la musica, ha iniziato a suonare la chitarra e a scrivere testi all'età di 14 anni. Ha composto le sue prime canzoni a diciassette anni, studiando musica e lavorando nel contempo come cameriere dapprima a Milano e poi a Roma e Bergamo.
Dopo aver partecipato a varie manifestazioni canore, ha conosciuto l'autore Giancarlo Bigazzi che, insieme ad Angelo Carrara (il talent-scout che ha lanciato Franco Battiato, Alice e Luciano Ligabue), ha prodotto il suo primo disco singolo dal titolo "È vero" (etichetta Target). Sono stati in seguito pubblicati altri due singoli, "Zanzare" e "Intanto tu non mi cambi".
Queste prime incisioni non hanno avuto grande risonanza, ma nel 2003 il cantautore ha vinto la quattordicesima edizione del Premio Recanati con la canzone "Mia sorella", in cui affrontava il tema della bulimia. Due anni dopo, nel 2005, non è stato ammesso al Festival di Sanremo per aver già eseguito in pubblico la canzone che avrebbe voluto portare in gara (I bambini fanno ooh....).
La canzone è divenuta un vero e proprio tormentone, tanto da rimanere al n. 1 nella hit parade italiana per ben 20 settimane (di cui 19 consecutive) e da vincere sette dischi di platino. Deltadischi e Target gli hanno assegnato il riconoscimento per avere superato le 180.000 copie vendute del singolo "I bambini fanno ooh...." Un altro riconoscimento speciale lo ha ricevuto da BMG Sony per il record di download digitali (350.000) e come brano più scaricato dai cellulari (500.000 download, equivalenti a oltre 12 dischi di platino).
Il brano "I bambini fanno ooh...." è stato tradotto in lingua spagnola ed è divenuto il leit-motiv di uno spot pubblicitario trasmesso da Telecinco nel settembre 2005 a favore della campagna di sensibilizzazione per "Il diritto del bambino ad essere bambino", contro lo sfruttamento e l'abuso infantile. Il pezzo è stato pubblicato inoltre in rotazione sui maggiori network tedeschi e il singolo e l'album sono stati commercializzati anche sul mercato tedesco.

A marzo 2005 Povia ha pubblicato il suo primo album "Evviva i pazzi... che hanno capito cos'è l'amore" che, con oltre 60.000 copie vendute, gli ha fruttato il disco d'oro. Dall'album sono stati pubblicati anche i singoli "Fiori", "Chi ha peccato" e "Non è il momento". A settembre dello stesso anno, all'album discografico si è accompagnato un libro edito da Salani con illustrazioni inerenti il testo della canzone "I bambini fanno ooh..." (che accenna, nel testo, a un fumetto di strane parole).
Dopo aver partecipato, il 17 agosto 2005, alla Festa degli Italiani organizzata al RheinEnergieStadion di Colonia (Germania) in occasione della XXII Giornata Mondiale della Gioventù, Povia il 4 marzo 2006 ha vinto il Festival di Sanremo con la canzone "Vorrei avere il becco". Contestualmente ha pubblicato il suo secondo album "I bambini fanno ooh... la storia continua...." Da questo disco sono stati messi in commercio i singoli "Ma tu sei scemo" (5 maggio 2006), "Irrequieta" (7 luglio 2006) e "T'insegnerò" (scritto per la figlia Emma, con citazione da Luis Sepulveda nel verso "Vola solo chi osa").

Il 12 maggio 2007 il cantautore ha partecipato alla manifestazione chiamata "Family Day", svoltasi in piazza di Porta San Giovanni a Roma, affermando in quell'occasione che l'approvazione dei DICO avrebbe sottratto fondi alle famiglie tradizionali. Il 19 maggio successivo è stato premiato con la Lira Battistiana 2007 al Teatro Cavour di Imperia. Il 4 ottobre 2007 ha pubblicato l'album "La storia continua... la tavola rotonda", dal quale viene estratto come primo singolo il brano "È meglio vivere una spiritualità".
Il 2008 si apre con l'esclusione al Festival di Sanremo: la canzone "Uniti", proposta in coppia con Francesco Baccini, viene bocciata dalla commissione selezionatrice. Adirato per l'esclusione, Povia fa partire dal suo blog di MySpace una dura polemica contro il festival di Pippo Baudo, definito "tornacontocratico", e comincia ad organizzare, insieme al collega Baccini, una "contromanifestazione" musicale, denominata Independent Music Day, che si è svolta in piazza a Sanremo il 27 febbraio, giorno in cui il festival si era fermato per lasciare lo spazio al campionato di calcio. Nello stesso anno riceve il Leone d’Argento alla carriera per la musica. Ha aderito come testimonial alla campagna "Giù le mani dai bambini contro la somministrazione disinvolta di psicofarmaci ai minori".
Nel 2009 si classifica al secondo posto 59° edizione del Festival di Sanremo con la canzone "Luca era gay", vincendo anche il premio Premio Sala Stampa RadioTV. Nelo stesso anno ha firmato per la Warner Music Italia Major discografica.

Nel 2009 esce anche il nuovo CD "centravanti di mestiere". Oltre alla canzone che dà il titolo al cd, a me piace anche "è dura".

Torna ai contenuti | Torna al menu