L'Orso Polare: legislazione - DamiDami.it

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'Orso Polare: legislazione

Ricerche > L'Orso Polare

Nel 1960 la stima degli esemplari viventi era di 10.000 unità. Anni dopo gli Stati Uniti insieme a Canada, Norvegia, Danimarca, Groenlandia e Russia, hanno siglato un accordo che limita la caccia dell'orso e riconosce la necessità di proteggere l'intero ecosistema artico.
L'orso polare rappresenta per le popolazioni del Nord, come gli Inuit, un'importante fonte di cibo e di pelli.

Oggetto di caccia sconsiderata in Canada, in Groenlandia, in Russia, in Norvegia e in Alaska fino agli anni Settanta, l'orso polare è oggi protetto da accordi internazionali che ne regolamentano la caccia.
Lo svolgimento nel loro territorio di attività umane come la navigazione e le trivellazioni petrolifere è, comunque, una minaccia costante che rischia di alterare in modo irreversibile il loro habitat.
Si stima che oggi la popolazione mondiale dell'orso polare si aggiri intorno ai 28.000 esemplari.

Torna ai contenuti | Torna al menu